domenica 14 febbraio 2016

CHI HA VINTO IL FESTIVAL DI SANREMO?

I vincitori di Sanremo sono gli Stadio con una canzone dal titolo 'Un giorno mi dirai'.


 Il gruppo è formato da Giovanni Pezzoli, Roberto Drovandi e Gaetano Curreri.
Sui gradini più alti del podio, oltre ai già citati Stadio ad occupare il gradino n.1, troviamo come seconda classificata Francesca Michielin, con il pezzo "Nessun grado di separazione". 


In terza posizione, Giovanni Caccamo e Deborah Iurato che hanno presentato una canzone intitolata "Via da qui".


 Francesco Gabbani, giovane vincitore nella sezione "Nuove Proposte", ha riscaldato l' atmosfera della finalissima di Sanremo 2016 esibendosi con la canzone prima classificata nel gruppo giovani: "Amen". Subito dopo l'esibizione di Gabbani è arrivato il momento dei collegamenti da New York, con il gruppo Il Volo, indimenticabili vincitori dell'edizione dello scorso anno.
 Tra i principali ospiti d'onore ricordiamo Cristina D'Avena la quale ci ha fatto rivivere lo Zecchino d'oro di alcuni anni fa, Roberto Bolle, Giorgio Panariello e Leonardo Pieraccioni 


Classifica finale 66° edizione del Festival di Sanremo: 


Enrico Ruggeri conquista la 4° posizione in classifica con con "Il primo amore non si scorda mai".

Lorenzo Fragola al 5° posto con il pezzo "Infinite volte"

Patty Pravo conquista un 6° posto con il pezzo "Cieli immensi" 


Clementino si posiziona al 7° posto con la canzone "Quando sono lontano" 


Noemi si classifica all’8° posto con il pezzo "La borsa di una donna" 


Rocco Hunt conquista il 9° posto con  "Wake Up" 


In 10° posizione Arisa con la canzone "Guardando il cielo".



sabato 13 febbraio 2016

SANREMO 2016, FRANCESCO GABBANI VINCITORE SANREMO GIOVANI 2016 CON "AMEN"


Sanremo 2016, Francesco Gabbani vincitore Sanremo Giovani 2016 con "Amen" by Film e Video Gratuiti

Sanremo2016, il trionfo di Gabbani: da escluso a doppio vincitore.


 La canzone di Francesco Gabbani che ha vinto il concorso “nuove proposte” si intitola "Amen", ed è stata scritta dallo stesso Gabbani, che canta da solista dal 2010 dopo anni nei Trikobalto.


Francesco Gabbani, cantautore toscano di 33 anni, ha vinto la selezione delle “nuove proposte” del Festival di Sanremo 2016 (è quello che da anni viene informalmente chiamato il “concorso giovani”). Gabbani ha vinto con la canzone “Amen”, e oltre al premio della rassegna “nuove proposte”, ha vinto anche il premio della critica “Mia Martini” per le nuove proposte. 


Quest’anno per la sezione “nuove proposte” c’erano in gara otto artisti: lo scorso anno la stessa gara era stata vinta da Giovanni Caccamo con “Ritornerò da te”.

ELISA SUPER OSPITE A SANREMO 2016


Elisa Super ospite a Sanremo 2016 by Film e Video Gratuiti

Elisa torna a Sanremo 2016 come super ospite della quarta serata di venerdì 12 febbraio a distanza di quindici anni dalla sua unica partecipazione alla kermesse canora più famosa d’Italia. 

Era il 2001 quando Elisa sul palco del Teatro Ariston presentò il brano Luce (tramonti a nord est) con cui vinse quell’edizione del Festival. E proprio sulle note di Luce fa il suo ingresso alla quarta serata del Festival di Sanremo 2016.




Dopo il grande ritorno di Laura Pausini e la sua esibizione da record, dopo il successo di Eros Ramazzotti e il debutto dei Pooh riuniti, tocca anche a Elisa tornare sul palco che ha decretato il suo trionfo nel 2011. 

 Super ospite appaluditissima e acclamata dai fan, Elisa porta sul palco dell’Ariston un medley dei suoi più grandi successi e il suo nuovo singolo No Hero, primo singolo estratto dal suo nono album.

venerdì 12 febbraio 2016

SANREMO 2016, VIRGINIA RAFFAELE IMITA BELEN

Virginia Raffaele imita Belen nella penultima serata di Sanremo 2016

Belen appare sulle scale dell’Ariston indossando i panni di una suora e poi dialoga con Conti.





 Belen ha pensato a come stupire il pubblico e poi ha deciso di indossare l’abito da suora perchè “è carnevale” e “l’ingresso semi nuda l’ho già fatto” e volevo stupire. Quando Carlo Conti le ha fatto notare che Carnevale è finito, Belen-Virginia ha strappato le vesti mostrando che sotto il vestito da suora indossava un abitino ultra sexy.

SANREMO 2016, I POOH SUL PALCO DELL'ARISTON PER I LORO 50 ANNI DI CARRIERA


Sanremo 2016 - I Pooh sul palco dell'Ariston per i loro 50 anni di carriera by Film e Video Gratuiti




I Pooh si sono esibiti come ospiti nella terza serata del Festival di Sanremo 2016. 





I Pooh tornano con la formazione storica a Sanremo 2016 per festeggiare i 50 anni di carriera con il medley: Dammi solo un minuto, Tanta voglia di lei, Piccola Katy, Noi due nel mondo e nell'anima,Pensiero,Chi fermerà la musica. 

Carlo Conti, dopo una breve intervista, ha chiesto al gruppo di cantare un'ultima canzone, "Uomini soli". Momento di grande emozione, soprattutto quando alla fine  Riccardo Fogli ha abbracciato, commosso, uno dei suoi colleghi.

SANREMO 2016, VIRGINIA RAFFAELE NEI PANNI DI DONATELLA VERSACE


Sanremo2016, Virginia Raffaele nei panni di Donatella Versace by Film e Video Gratuiti



Dopo aver indossato i panni della Ferilli e di Carla Fracci, Virginia Raffaele supera sé stessa e regala una straordinaria imitazione di Donatella Versace a Sanremo 2016. 

Una trasformazione incredibile e una somiglianza eccezionale. 







Di nuovo un’interpretazione fortunata per la Raffaele che scherza sull’abbronzatura di Carlo Conti: «Bello il tuo look. È total black?». A fine esibizione le si stacca un orecchio posticcio: «Nooo - la reazione - ho fatto il tagliando a dicembre». 

Risate assicurate per il pubblico dell'Ariston e per gli spettatori a casa.

giovedì 11 febbraio 2016

SANREMO 2016, VIRGINIA RAFFAELE IMITA CARLA FRACCI


Sanremo 2016, Virginia Raffaele imita Carla Fracci 

by Film e Video Gratuiti


Lunedì sera Virginia Raffaele si è presentata sul palco di Sanremo nei panni di Sabrina Ferilli. Per la seconda serata del Festival, l'imitatrice che sta incantando gli italiani ha regalato ai telespettatori l'imitazione di un mito della danza mondiale, l'étoile di prima grandezza, Carla Fracci.




Vestita in bianco, ha dato vita a un personaggio dal parlare antico. «Saluto questa storica saga e anche la banda» ha detto rivolta all’orchestra. Tra ricordi di scherzi crudeli e la convinzione di dover ritirare un premio, Virginia Raffaele-Carla Fracci ha regalato una battuta da applausi quando è stata chiamata a leggere la presentazione. Ha scorso il testo, poi si è rivolta a Conti: «ho capito. Possiamo ascoltarlo».

SANREMO 2016, EZIO BOSSO LA STANDING OVATION PIU' COMMOVENTE


Sanremo 2016, Ezio Bosso la standing ovation più commovente by Film e Video Gratuiti



Uno straordinario Ezio Bosso ieri sera al Festival di Sanremo
Pianista, compositore e musicista, affetto da una grave malattia, ieri sera ha commosso, emozionato e divertito il Teatro Ariston con la sua ironia e simpatia.


Ezio Bosso, il pianista che sognava di suonare a Sanremo, è uscito tra il boato del pubblico, dopo aver conquistato l'Ariston con un'esibizione da brivido.

Il direttore d'orchestra ha incantanto la sala con "Following a bird", con cui inizia tutti i suoi concerti.


Ancora poco conosciuto nel nostro Paese, Bosso ha conquistato anche il pubblico a casa con le sue perle:


"Quando inizio i concerti dico 'Ciao', è una parola bellissima"

"La musica siamo noi, la musica è una fortuna che condividiamo"

"La musica è una vera magia, non a caso i direttori d'orchestra hanno la bacchetta come i maghi"

"Perdersi per imparare a seguire"

“Ricordatevi che la musica è come la vita, si può fare solo insieme”



L'artista è noto al pubblico del cinema per le colonne sonore degli ultimi film di Gabriele Salvatores.


Facebook e Twitter l'anno già nominato Vincitore del Festival di Sanremo 2016

SANREMO 2016, EROS RAMAZZOTTI: MEDLEY E ROSA NATA IERI

Sanremo, Eros Ramazzotti: "I figli fanno famiglia, e la famiglia è fondamentale, qualsiasi essa sia" 


Il cantante si è presentato sul palco tenendo un nastro arcobaleno in mano: "I figli fanno famiglia, e la famiglia è fondamentale, qualsiasi essa sia" Come Laura Pausini ieri, anche il superospite italiano di oggi è entrato nel dibattito sulle unioni civili. 


Eros Ramazzotti, dopo un lungo medley dei suoi più grandi successi, "Terra promessa", "Una storia importante", "Adesso tu", "Più bella cosa", si è seduto sui gradini del palco dell'Ariston per fare una chiacchierata con il conduttore Carlo Conti, ripercorrendo così trent'anni di carriera. 



Parlando poi della nuova splendida compagna del cantante, i due hanno continuato il discorso su mogli e famiglie e a questo punto Eros Ramazzotti ha espresso la sua idea di famiglia: "I figli fanno famiglia, e la famiglia è fondamentale, qualsiasi essa sia". "Questa cosa che porto qui è importante", dice mostrando il nastro arcobaleno - lanciatogli dalla moglie Marica Pellegrinelli, in prima fila - che ha lungamente sventolato durante la sua performance, applauditissima dal pubblico tutto in piedi. "Ognuno tira su i propri figli a modo suo: la cosa fondamentale - insiste Eros, che ha da poco avuto il terzo figlio, il primo maschio - è dare loro la giusta educazione, il giusto insegnamento. Bisogna crescerli dritti, altrimenti da grandi non li raddrizzi più". Poi il cantante si è cimentato con il nuovo singolo "Rosa nata ieri". Standing ovation del pubblico. 

Fonte: Il Giornale

mercoledì 10 febbraio 2016

LAURA PAUSINI CANTA "SIMILI" A SANREMO 2016





Laura Pausini canta 'Simili' a Sanremo 2016 by Film e Video Gratuiti



Laura Pausini a Sanremo 2016. L'emozione 23 anni dopo la vittoria







Una emozionatissima Laura Pausini, ospite del Festival di Sanremo 23 anni dopo la vittoria che ha lanciato la sua carriera, ha cantato un medley di classici, "Vivimi", "Strani amori", "Invece no". Poi, il duetto virtuale con la Laura ragazzina che ha vinto il festival con "La solitudine". La giacca è la stessa della finale del '93. Chiusura con "Simili", un brano del suo ultimo album. "Siamo simili, dobbiamo proteggerci non dividerci", ha detto la cantante.

ELTON JOHN OSPITE ALLA PRIMA SERATA DEL FESTIVAL DI SANREMO





Elton John sanremo 2016 by Film e Video Gratuiti



Elton John, il famosissimo cantante e compositore inglese, è stato tra gli ospiti della prima serata del Festival di Sanremo 2016, insieme all’atleta italiano 99enne Giuseppe Ottaviani, al cantante francese Maître Gims, ai comici Aldo Giovanni e Giacomo, alle attrici Kasia Smutniak e Anna Foglietta e a Laura Pausini. La prima serata del Festival, durante cui hanno cantato le loro canzoni inedite i primi dieci artisti in gara nella categoria “campioni”, è andata in onda martedì 9 febbraio a partire dalle 20,42 ed Elton John è stato il quarto ospite della serata e ha cantato tre canzoni accompagnandosi con il pianoforte e si è poi fatto intervistare brevemente da Carlo Conti. 



Festival della Canzone Italiana, Prima Serata


Elton John è uno dei musicisti più famosi al mondo: dal 1962 ha venduto più di 400 milioni di dischi in 53 anni di carriera. È stato uno dei primi musicisti famosi a livello mondiale a dichiarare la sua omosessualità e da anni interviene a favore dei diritti delle persone omosessuali e in diverse iniziative di beneficenza. Nel 1998 è stato nominato Cavaliere dalla regina Elisabetta, quindi è “Sir Elton John”. Ieri sera, al Festival, ha cantato Sorry seems to be the hardest word, Your song e una canzone del suo nuovo disco appena uscito, Blue wonderful.



Fonte : Post.it

martedì 9 febbraio 2016

BEYONCE' QUASI CADE SUL PALCO DEL SUPER BOWL 2016



Beyoncé infiamma il pubblico del Super Bowl 50 con Bruno Mars e i Coldplay, ma per poco non finisce lunga e distesa sul palco.  

Beyoncé è stata una delle protagoniste del Super Bowl 50 2016: la regina del pop si è esibita nell’intervallo tra il primo e il secondo tempo, come da tradizione della serata che vede i “big” della musica gettonatissimi per lo show di “halftime”. Ma poco ci è mancato che la bellissima Beyoncé non collezionasse una figuraccia globale durante il Super Bowl 2016: durante una complicata serie di passi, la cantante scivola da un tacco e per poco non finisce a gambe all’aria sul palco. Fortunatamente Beyoncé è in gran forma: lo sbilanciamento è stato camuffato da un saltello, che però non è passato inosservato alle telecamere. 





A parte questo piccolo contrattempo, Beyoncé ha letteralmente fatto fuoco e fiamme sul palco del Levi’s Stadium di Santa Clara, in California, esibendosi con Bruno Mars e con i Coldplay in uno show veramente esplosivo durato quasi quindici minuti.

SUPERBOWL: LADY GAGA REGINA PRE-PARTITA CANTA INNO USA







"Cantare l'inno e' il sogno di una vita, il massimo" 


Cantare l'inno americano per il Superbowl e' il ''sogno di una vita''. Lo afferma Lady Gaga, regina del pre-partita fra i Denvers Broncos e i Carolina Panthers, in un'intervista a Nfl.com. ''Ho sempre voluto cantare l'inno durante un importante evento sportivo fin da quando ero bambina, e farlo per il Superbowl e' il massimo'' mette in evidenza Lady Gaga, precisando che la cantante che a suo avviso ha avuto la migliore performance con l'inno al Superbowl e' stata Whitney Houston. ''Quando ero piccola salivo su una scala e cantavo la sua versione. A casa piu' cantavo e piu' mio padre mi diceva 'Stai migliorando'. Quindi ora cantarlo all'America e' fantastico''



Lady Gaga vestita in un completo pantalone rosso canta l'inno nazionale americano aprendo il Superbowl 50, l'incontro fra i Denver Broncos e i Carolina Panthers. La star 'regina' dello stadio indossa scarpe con la zeppa rosse bianche e blu come la bandiera statunitense. 


La performance di Lady Gaga viene promossa a pieni voti dalla rete: su Twitter son in migliaia coloro che, con i cinguettii, elogiano la cantante.

LE IENE: ABUSIVE LE CASE DI SINDACO E ASSESSORE M5S A BAGHERIA





Le Iene: abusive le case di sindaco e assessore M5S a Bagheria by Film e Video Gratuiti



Le Iene: “Abusive le case di sindaco e assessore M5s a Bagheria”. La replica: “Colpe dei padri non ricadano sui figli” 

La palazzina della famiglia di Patrizio Cinque in un parco soggetto a vincolo paesaggistico assoluto. La repilica su Facebook del primo cittadino: "Costruita prima, già sanata". Al titolare dell'Urbanistica contestato un deposito attrezzi trasformato in una villa di metratura tripla: "Già avviato iter regolarizzazione". La difesa: "Abusi compiuti dai nostri genitori, non siamo in Svizzera. Attacco politico dai dipendenti di Berlusconi"


 Il sindaco e un assessore 5 Stelle del Comune di Bagheria (Palermo) vivono in case abusive. Lo rivela un servizio delle Iene di Italia Uno andato in onda la sera del 7 febbraio, lo ammette il sindaco stesso, Patrizio Cinque, classe 1985, in un video pubblicato su Facebook all’indomani della trasmissione. In entrambi i casi, sostiene, gli abusi sono riconducibili ai genitori e “le colpe non devono ricadere sui figli”. Per la palazzina della propria famiglia, il sindaco afferma che si tratti di un abuso già sanato, circostanza rimasta in sospeso nel servizio delle Iene, che anzi definisce l’abuso “insanabile” per la presenza di un vincolo paesagisstico assoluto. Nel caso dell’assessore all’urbanistica Luca Tripoli, “il padre ha avviato l’iter per regolarizzare la costruzione fatta senza autorizzazione”. E comunque, ricorda il sindaco ai “dipendenti di Berlusconi” che hanno realizzato il servizio – firmato da Giulio Golia – Bagheria “non è la Svizzera, dove le regole sono sempre state rispettate”. Di fronte a un possibile nuovo caso Quarto in un altro territorio difficile amministrato dai 5 Stelle al Sud, il sindaco accusa le Iene di aver ordito “un attacco politico”. E all’indomani della puntata si registrano reazioni dal fronte Pd, fra le quali quella del senatore Stefano Esposito: “Anche a Bagheria si dimostra l’inadeguatezza delle amministrazioni dei 5 stelle. Non c’è una amministrazione che non faccia danni o che non inciampi in qualche ‘mattone’. Aspettiamo qualche video del direttorio che non vede, non sente, non parla in cui ci spieghino cosa accade. A Quarto si trattava di camorra e non lo hanno fatto mentendo”. 


 Il servizio delle Iene parte dalle ville e palazzine spuntate nel settecentesco parco di Villa Valguarnera, sottoposto a vincoli di inedificabilità assoluta, diventate un caso internazionale, oggetto fra l’altro di un’inchiesta della tv canadese sulla “Mafia road“. Ossia via Sofocle, dove al di fuori di ogni permesso urbanistico hanno editificato le loro dimore Gino di Salvo, considerato il reggente del clan locale, Sergio Flamia, oggi collaboratore di giustizia protagonista del processo sulla trattativa Stato-mafia, e Salvatore Butitta, accusato di aver procurato il tritolo per la strage Borsellino. Qui, inoltre, ha passato parte della sua quarantennale latitanza il boss Bernardo Provenzano. Diversi pentiti raccontano che in casa di Di Salvo si svolse una riunione per organizzare la strage di via D’Amelio. Sullo sfondo, l’incredibile storia della villa, oggi di proprietà della principessa Vittoria Alliata di Valguarnera, che oggi si batte per ripristinare la legalità: 187 cause giudiziarie, racconta alle Iene la principessa, che fu la prima traduttrice italiana di “Il Signore degli Anelli” di JR Tolkien, non sono servite a nulla. Negli anni Settanta, continua, si fece la villa all’interno del parco persino il custode giudiziario nominato dal Tribunale in seguito a una controversia sull’eredità. E nel 2013 proprio i 5 Stelle, non ancora al governo nella città raccontata da Dacia Maraini, presenterano interrogazioni in Assemblea regionale e in parlamento. 


 Secondo Le Iene, i due attuali amministratori dell’M5S vivono oggi in abitazioni abusive “non sanate e non sanabili”. Il sindaco Cinque sta in una palzzina, interamente di proprietà della famiglia, all’interno del parco vincolato Villa Serradifalco. Mentre all’assessore tecnico Tripoli, le Iene contestano la trasformazione di un “annesso agricolo” – una sorta di deposito attrezzi – di 37 metri quadri trasformato in uan villa da 120 metri quadri. Nel servizio, Cinque afferma che l’abuso che lo riguarda “è stato condonato”, ma alla richiesta della relativa documentazione replica che si tratta di carte “private”. Alla fine promette di farle avere al giornalista che però, a fine servizio, sostiene di non averle mai ricevute. Nel video su Facebook, il sindaco afferma che il vincolo di inedificabilità assoluta in quella fetta di parco è stato imposto solo nel 1994, quando la palazzina abusiva era già stata costruita, dunque è stato possibile sanarla. Simile la reazione dell’assessore Tripoli: “Non è vero”. 


Poi spiega a Golia di aver avviato la pratica per la regolarizzazione, non ancora concessa dalla soprintendenza perché “stiamo procedendo agli ademipimenti richiesti”. Le Iene sollevano un piccolo giallo anche su questa richieste: secondo l’assessore datate 2013, quando la giunta M5s non esisteva ancora, datate 2014, a giunta già in sella, secondo le Iene. Anche in questo caso, sostiene Golia, le carte promesse non sono mai arrivate.



Fonte: Il Fatto Quotidiano

lunedì 8 febbraio 2016

IL MEGLIO DI FICARRA E PICONE: I VIDEO PIU' DIVERTENTI





I video più divertenti di Ficarra e Picone

by Film e Video Gratuiti



Ficarra & Picone è un duo comico italiano, composto da Salvatore Ficarra (Palermo, 27 maggio 1971) e Valentino Picone (Palermo, 23 marzo 1971) e reso celebre dal programma televisivo Zelig Circus. Salvo Ficarra e Valentino Picone nascono artisticamente nel 1993 quando, insieme all'amico Salvatore Borrello fondano il trio dei Chiamata Urbana Urgente. Siciliani, portano in giro la loro sicilianità: i personaggi che interpretano sono spesso ispirati a fatti e persone che esistono veramente. Soltanto nel 1998, rimasto un duo, diventano Ficarra & Picone. Nel 1999 hanno preso parte a Gnu, Rai Tre, di Bruno Voglino. Nel 2000, sempre su Rai Tre, sono su Zero a zero di Gennaro Nunziante, mentre nel 2001 è la volta de L'ottavo nano, Rai Due, di Serena Dandini e Corrado Guzzanti. Un anno fortunato, che li vede anche protagonisti su Tele +, che decide di trasmettere lo spettacolo di teatro – cabaret Vuoti a perdere di cui sono anche autori. Nel 2001 esce nelle sale Nati stanchi, il primo film di Ficarra & Picone (Rodeo Drive e Rai Cinema). Tra 1999 e 2002 girano l'Italia con lo spettacolo teatrale Vuoti a perdere. Nella stagione 2001/2002 curano i collegamenti dallo stadio la Favorita di Palermo per il programma Quelli che il calcio, condotto da Simona Ventura su Rai Due e continuano nella stagione successiva. Nel 2003 partecipano ad alcune puntate di Mai dire domenica, il programma condotto dal mago Forest e dalla Gialappa’s Band in onda la domenica sera su Italia 1. Nel 2003 è anche la volta di Diciamoci la verità con la regia di Giambattista Avellino, un fortunato spettacolo che si può raccontare come uno “sguardo sul mondo” apparentemente distaccato e racchiuso nella loro “sicilianità”. Trovano spazio, naturalmente, tra gli altri personaggi, i due siciliani “nati stanchi” proposti a Zelig che chiacchierano svogliatamente affrontando problemi sia familiari sia dell'Italia intera, e i panchinari dell'Inter. Nel giugno 2003 esce il loro libro Stanchi, edito da Kowalski, che racconta tutto quello che hanno detto e avrebbero voluto dire i due notissimi personaggi dei siciliani "nati stanchi", proposti a Zelig Circus. A novembre 2003 esce la videocassetta dello spettacolo Vuoti a perdere, unitamente al libro (Kowalski Editore, 2003). È del 2005 la tournée che certifica la loro maturazione artistica con lo spettacolo Sono cose che capitano. Un tessuto drammatico, una suddivisione in 3 microatti con epilogo finale che si allontana dagli stereotipi classici del cabaret per affacciarsi a pieno titolo sulla commedia. Una consacrazione per il duo comico che registra il sold out in tutti i teatri d'Italia. Nel marzo 2005 è uscito il nuovo libro Diciamoci la verità (pubblicazione con dvd allegato, edito da Mondadori) nel quale raccolgono gli sketch dell'omonimo spettacolo. Dal 25 al 30 aprile 2005 fanno il loro esordio come conduttori, per una settimana, dietro il bancone di Striscia la notizia. Nella stagione 2005 sono stati incontrastati protagonisti di Zelig Circus. Alla fine dello stesso anno sono protagonisti della prima serata di Canale 5 per due venerdì con il loro primo “two man show” Ma chi ce lo doveva dire!? che ottiene un grande successo in termini di auditel e critica. Dal 27 marzo al 10 giugno 2006, siedono nuovamente come conduttori dietro il prestigioso bancone di Striscia la notizia. Nella stessa stagione partecipano come ospiti alla seconda serata del Festival di Sanremo 2007 condotto da Pippo Baudo e Michelle Hunziker. Il 16 marzo 2007 è uscito il loro secondo film Il 7 e l'8 che li ha visti protagonisti e registi (con Giambattista Avellino). Dieci milioni l'incasso totale. Dal 2 aprile al 9 giugno 2007 tornano per la terza volta a condurre Striscia la notizia. A novembre 2007 esce nelle librerie edito da Mondadori il cofanetto (DVD e libro) dell'ultimo spettacolo teatrale Sono cose che càpitano. Dal 31 marzo al 7 giugno 2008 siedono nuovamente dietro il bancone di Striscia la notizia. A marzo 2009 è uscito il loro terzo film La matassa, che ha registrato un incasso totale di 9 milioni di euro. Nel settembre dello stesso anno, sono tra gli attori protagonisti del film di Giuseppe Tornatore, Baarìa, dove per la prima volta recitano separatamente e con ruoli non comici. Dal 30 marzo al 6 giugno 2009 hanno condotto la quinta edizione consecutiva di Striscia la notizia. Dal 29 marzo al 5 giugno 2010 hanno condotto per la sesta stagione il TG satirico di Antonio Ricci. Dopo quattro anni di assenza dalle scene teatrali, sono tornati da ottobre 2010 in giro nei piccoli teatri d'Italia a testare e rodare il loro nuovo spettacolo, Apriti cielo. Nell'edizione di Zelig 2011 sono tra i protagonisti della trasmissione portando in scena due avvocati “Angelino” e “Niccolò”. A febbraio 2011 sono tornati al cinema per il nuovo film di Fausto Brizzi, Femmine contro Maschi. Nell'edizione 2011 di Striscia la notizia hanno condotto il segmento finale della trasmissione per il settimo anno consecutivo dal 28 marzo al 4 giugno 2011. Nel novembre del 2011 sono tornati alla regia del loro 4° film Anche se è amore non si vede, che ha riconfermato il successo del duo comico al cinema. Hanno ripreso in mano anche il teatro, con unica tappa del nuovo spettacolo Apriti cielo che ha debuttato al Teatro Ambra Jovinelli di Roma il 1º marzo 2012 e dove è rimasto per 10 giorni. Per l'ottavo anno, anche nel 2012 sono protagonisti della parte finale della stagione di Striscia la notizia dal 2 aprile al 10 giugno 2012. Da luglio 2012 fino a gennaio 2014 sono stati protagonisti del loro tour teatrale con lo spettacolo Apriti cielo, che ha registrato il sold out nelle centinaia di repliche nei teatri di tutt'Italia. Dal 25 marzo al 15 giugno 2013 sono tornati alla conduzione di Striscia la Notizia per il nono anno. Dal 3 marzo al 7 giugno 2014 per il decimo anno tornano al bancone di Striscia la notizia. Nell'estate 2014 il loro quinto film, Andiamo a quel paese, prodotto da Tramp Limited e Medusa Film, li vede nel doppio ruolo di registi e attori protagonisti. Il 13 novembre 2014 conducono una puntata di Zelig, in onda su Canale 5. Dal 23 febbraio al 6 giugno 2015 tornano come conduttori di Striscia la Notizia per l'undicesimo anno. Torneranno ancora a Striscia la Notizia per il dodicesimo anno dall'8 febbraio al 4 giugno 2016.



Fonte : Wikipedia

CADUTA GERRY SCOTTI A STRISCIA LA NOTIZIA





Caduta Gerry Scotti a Striscia la Notizia by Film e Video Gratuiti



GERRY SCOTTI SFONDA IL BANCONE DI STRISCIA LA NOTIZIA 


Nel 1999 quando era ancora in voga la presentazione dei “titoli” del telegiornale satirico fatta “qualche metro sopra” il tradizionale bancone, il conduttore dopo aver adempiuto alle mansioni appena citate usava lanciarsi in studio “atterrando” sulla lunga scrivania per procedere con lo spettacolo. In realtà c’è chi asserisce che l’accaduto è il frutto di una scenetta preparata ad arte. In effetti, a ben guardare, qualche “indizio” nel video si potrebbe trovare ma è altrettanto vero che la simpatica abitudine non è più tale ormai da qualche anno.

STRISCIA LA NOTIZIA: QUESTA SERA TORNANO FICARRA E PICONE





Tocca a Ficarra e Picone raccogliere la staffetta della conduzione e portare Striscia la Notizia fino alla fine dlela stagione televisiva, mantendo alti gli ascolti stagionali. La coppia di comici siciliani approda infatti questa sera dietro il bancone del tiggì satirico e ci resterà fino all'ultima puntata, prevista per il 4 giugno prossimo. 


Ficarra e Picone a Striscia la Notizia 


Il patron di Striscia la Notizia, Antonio Ricci, scommette dunque anche quest'anno su Salvatore Ficarra e Valentino Picone, che festeggiano così la loro dodicesima stagione come conduttori del programma cult di Canale 5: la prima volta fu infatti nella stagione tv 2004-2005 e da allora, visto il successo conclamato, sono stati riconfermati tutti gli anni. La ventottesima edizione di Striscia, intanto, continua a macinare ottimi numeri: il record stagionale è stato registrato il 25 gennaio scorso, con un picco di oltre 9 milioni di ascoltatori. 


 Il bilancio di Hunziker e Greggio 


 Sabato scorso si è conclusa la variegata staffetta dei conduttori, cominciata a settembre con Maria De Filippi in coppia con Michelle Hunziker. "Sono molto emozionata e felice per i risultati: un ritorno col botto per me! Anche questa ventottesima edizione di Striscia è stata una stagione stupenda, con un pubblico che conferma l'appuntamento quotidiano con interesse e calore", ha commentato la showgirl che fino a sabato ha condotto con Ezio Greggio. "Conduco questa trasmissione da 28 anni, ma per me ogni volta è un’emozione immensa sedermi dietro al bancone con il mio grande socio Enzino o con la mia nuova socia Michelle. Non cambierei Striscia con nessuna trasmissione al mondo, neppure con il Festival di Sanremo", chiosa soddisfatto Greggio.



Fonte: Panorama

sabato 6 febbraio 2016

GABRIEL GARKO DOPO L'INCIDENTE: "QUELLO CHE PROVO RIMARRÀ SOLO MIO". A SANREMO L'ATTORE CI SARÀ



L'attore su Facebook


"Ciò che è successo mi ha cambiato, ma non so come"



Quello che è successo mi ha inevitabilmente cambiato e non so ancora come... vi voglio ringraziare per l'affetto che mi avete dimostrato e invitarvi a condividere con me lo stesso affetto e rispetto per chi non è stata fortunata come me". Sono le prime parole di Gabriel Garko, affidate a Facebook, diffuse dopo il ferimento dell'attore nell'esplosione della casa dove alloggiava a Sanremo che ha provocato la morte di una donna. "Allo stesso tempo anche se forse qualcuno non sarà d'accordo, quello che provo e che penso rimarrà solo mio", ha aggiunto Garko che ha sciolto la riserva sulla sua presenza e sarà quindi accanto a Carlo Conti al Festival di Sanremo, al via martedì prossimo.


Fonte : Rai News

UOMINI E DONNE, ROSSELLA INTELLICATO ABBANDONA IL TRONO?




La tronista, ex concorrente del Grande Fratello, abbandona il programma pomeridiano di Canale 5 dopo una lite con l'opinionista (video delle precedenti) e a causa di un corteggiatore.

Rossella Intellicato, concorrente del Grande Fratello 14 e successivamente tronista a Uomini e Donne, ha abbandonato il programma pomeridiano di Canale 5 condotto da Maria De Filippi. Lo ha ufficializzato lei stessa sul profilo Instagram: “Ciao a tutti… dove eravamo rimasti ??? L’uso della violenza non solo verbale ma anche fisica mi ha costretta, mio malgrado, a lasciare il programma, ma tale circostanza non mi fa sentire tranquilla e serena… Grazie a tutti per la comprensione e l’affetto che mi avete dimostrato in molti…".

Ma cosa era successo nella registrazione dell'ultima puntata (che non è ancora andata in onda)? Come si legge sul sito ufficiale l'altra tronista Ludovica Valliraggiunge il corteggiatore Fabio Ferrara in camerino, gli dice di non farcela più a vederlo uscire anche con Rossella, lui replica che vede solo quello che vuole vedere e, dopo un vivace scambio di idee, le conferma che finchè non è sicuro non cambierà atteggiamento, le chiede che differenza c’è fra loro due e lei ribadisce che, se continuerà la frequentazione con Rossella lo eliminerà, i toni sono altissimi.

In studio Fabio si scusa per i toni e vuole sapere perché la tronista ha annullato l’esterna, lei risponde che non ce n’era più la ragione. La conduttrice spiega che la tronista ha cambiato idea quando ha saputo che è andato a ballare con Amedeo e soprattutto dopo la sua esterna con Filippo.

Finita la puntata precedente, Rossella va in camerino da Fabio, vuole sapere se è vero che, eliminato da Ludovica, se ne andrebbe. Lui torna un po’ sulla sua posizione, lo avrebbe detto perché si sente un po’ in colpa nei suoi confronti e invece ribadisce di essere incuriosito da Rossella che vuole capire chi ha di fronte e i due si abbracciano. In studio i tre attori della vicenda discutono fra loro e Tina Cipollari dichiara di detestare l’atteggiamento di Fabio che fa il pascià in mezzo a due donne, dopotutto lui è un ragazzo qualunque... Sicuro che Ludovica lo porterà in esterna, organizza un'esterna per Rossella: l’aspetta a cena in un ristorante e, fra le tante cose, le dice che con una donna vuole anche il confronto mentale, con Ludovica manca perché lei è ragazzina. Tornati in studio Ludovica ribadisce: "Per me può andare a casa, si è dichiarato". Rossella vuole ballare con lui.

Interno con caminetto per l’incontro con Livio, i due sembrano molto a proprio agio e lei evita per un soffio il bacio che lui le darebbe. In studio Fabio dice che si aspetta anche altre esterne simili e Tina non perde l’occasione per ironizzare sul suo grande turbamento. Lorenzo invece si sorprende perché ricorda che lei aveva detto che non si buttava in braccio alle persone dopo due sole esterne, la tronista dichiara di essere stata molto bene con Livio. Maurizio, dal parterre, sostiene che Livio è impassibile in studio ma Rossella sdice che per lui parlano gli occhi.

Lorenzo sorprende Ludovica, andando a trovarla a casa sua, tra una parola e l’altra (spesso su Rossella e il suo riferimento ai social) lui cerca di farle capire, in ogni maniera, che per Fabio rischia di perdere altre persone, tiene molto a lei e si lasciano con un grande abbraccio.

In studio Rossella replica ai commenti di Ludovica e fra le due scatta un nuovo duello verbale senza esclusione di colpi, al quale si unisce Tina che non le fa passare nulla, così Rossella, dopo uno scambio di pugni (reali o virtuali?) con l’opinionista lascia lo studio ma, quando rientra, è per comunicare che se ne vuole andare definitivamente perché non viene qui a fare il circo, inoltre manda via tutti i ragazzi che ancora una volta non hanno fatto una piega in suo soccorso, tranne Alessandro che l’ha raggiunta nel backstage…

Ma nel programma, salvo ripensamenti, non tornerà neanche lei...


Fonte: Reality Show


venerdì 5 febbraio 2016

BELEN RIFIUTA IL TAPIRO DI STRISCIA LA NOTIZIA E CHIAMA I CARABINIERI


Belen rifiuta il tapiro di Striscia La Notizia e chiama i Carabinieri by Film e Video Gratuiti



Dopo il servizio di "Striscia la Notizia" la Rodriguez ha raccontato la sua verità sui social: "Ho chiamato i carabinieri perché Staffelli mi ha bloccato per mezz'ora"
Subito dopo la messa in onda su Canale 5 del servizio di "Striscia La Notizia" in cui Belen ha rifiutato il Tapiro d'oro che Valerio Staffelli voleva consegnarle, la showgirl argentina si è difesa sul suo profilo Instagram. Raccontando la sua verità: "Non ero dell'umore giusto e capita a tutti di avere una giornata no, ho chiamato i carabinieri perché sono rimasta bloccata per mezz'ora".
"Eheheh! Non si fa!!!! Nulla da dire contro il servizio simpaticissimo di Striscia - ha scritto la Rodriguez - ma non avevo voglia di ricevere tapiri per ingrandire la mia vasta collezione. Uno sarà libero di dire non ho voglia? Ma il simpatico Valerione (che adoro, perché davvero è una bella persona) pur di portarsi il servizio a casa mi ha bloccata per mezz'ora davanti alla porta del mio garage, bloccando la foto cellula per fare in modo che il portone non si chiudesse... Ho avvertito, ho chiesto gentilmente di farmi salire a casa, ma non c'è stato verso". A quel punto la showgirl ha chiamato i carabinieri.
L'obiettivo di "Striscia" era quello di consegnare il Tapiro per la presunta lite con Joe Bastianich sulla gestione del ristorante Ricci. Il tg satirico di Antonio Ricci ha infatti trasmesso l'intervista che lo chef ha rilasciato a "Porta a Porta" in cui spiegava che secondo lui i proprietari dei locali non devono cenare con i clienti facendosi servire dai camerieri. Bene, in molti hanno tradotto queste affermazioni come una sorta di frecciatina nei confronti della showgirl argentina che si fa spesso fotografare di sera nel suo ristorante. Sempre sui social Belen e il socio Bastianich si sono affrettati a smentire. Ma Striscia, come al solito, voleva indagare sulla vicenda. Mentre Belen non ha rilasciato dichiarazioni, solo un "non ho voglia". Valerio Staffelli si arrenderà?



Fonte: TGCOM24

GIORGIA MELONI INCINTA, L'ANNUNCIO IN DIRETTA AL FAMILY DAY. LUXURIA: "AUGURI E FIGLI TRANS"


Giorgia Meloni incinta, l'annuncio in diretta al Family Day. Luxuria: "Auguri e figli trans" by Film e Video Gratuiti



Il razzismo degli imbecilli contro la Meloni incinta.
Meloni ferita dagli insulti in Rete sulla sua gravidanza: “Non mi aspettavo questa rabbia”
«Un figlio trans, bis-tris-quatrisex lo amerei lo stesso. Una cosa è chiara: non mi fanno cambiare idea sul fatto che di essere contraria ai matrimoni gay e alle adozioni»
A farle più male sono state le parole di Luciana Litizzetto in televisione: l’ha graffiata dicendo che la Meloni aspetta «un meloncinio: ne sono contenta ma annunciarlo al Family day senza essere sposata è come andare a un festival vegano e dire di avere mangiato una fiorentina». Ancora più fastidio l’augurio di Vladimir Luxuria: «Auguri e figli trans».

INTER, TAPIRO D'ORO A MANCINI: "IL MEDIO? IN INGHILTERRA NON L'AVREI FATTO"


Inter, Tapiro d'oro a Mancini: "Il medio? In Inghilterra non l'avrei fatto" by Film e Video Gratuiti



Non è stata una giornata facile per Roberto Mancini quella che ha seguito la sconfitta per 3-0 nel derby della Madonnina: prima la squalifica per una giornata per espressioni ingiuriose rivolte agli arbitri e poi la visita di Striscia la Notizia, che ha consegnato all’allenatore dell’Inter il Tapiro d’oro per la litigata con i tifosi rossoneri, culminata con il dito medio mostrato mentre stava prendendo gli spogliatoi. L’ex tecnico del Manchester City è stato intercettato nel centro di Milano da Valerio Staffelli, che gli ha chiesto: "Ma in Inghilterra come avrebbero potuto reagire a un gestaccio del genere?". "In Inghilterra non avrei fatto il gesto - ha risposto il Mancio - perché lì non avrei subito gli insulti dei tifosi". Staffelli ha poi incalzato il tecnico nerazzurro chiedendo ironicamente: "Se suo figlio avesse fatto il dito medio alla maestra, lei gli avrebbe tirato tre schiaffi?", Mancini ha risposto con un secco sì e sulla rabbia dei tifosi, che ieri sera hanno contestato la squadra fuori da San Siro, ha detto: "Quando si perde sono tutti arrabbiati"


Fonte: tgcom24

VIDEO BOOKEP


Video bokep by Film e Video Gratuiti



Questo divertentissimo video bokep dall'indonesia sta spopolando su internet in tutto il mondo nelle ultime settimane
Guardate cosa succede a questi uomini!!
Da vedere assolutamente!!!

GLI ALLENATORI CONTRO MIKAELA CALCAGNO


Gli allenatori contro Mikaela Calcagno di Mediaset by Film e Video Gratuiti



Mikaela Calcagno nel mirino degli allenatori: tutti gli attacchi alla conduttrice
Mihajlovic, Allegri e Mancini le hanno risposto bruscamente .
Mikaela Calcagno conduttrice di Mediaset Premium «tartassata» dagli allenatori ospiti dei suoi talk. Mihajlovic, Allegri e Mancini si sono resi protagonisti di brusche risposte alle domande.

INTERVISTA MANCINI CON MIKAELA CALCAGNO DI MEDIASET DOPO MILAN INTER 3-0


Intervista Mancini con Mikaela Calcagno di Mediaset dopo Milan-Inter 3-0 by Film e Video Gratuiti



"Si, ho fatto il dito medio... contenta?". Ecco la lite tra Roberto Mancini e Micaela Calcagno, la giornalista di Mediaset Premium che conduce il programma di calcio dopo i posticipi, ieri appunto il derby di Milano.

La giornalista, non nuova alle brutte reazioni degli allenatori, ha chiesto all'allenatore dell'Inter lumi sul famoso "dito medio" fatto ai tifosi del Milan al momento dell'espulsione Mancini, evidentemente nervoso sia per l'esito della partita che per la domanda, ha risposto in maniera diciamo non molto educata.

CINQUANTA SFUMATURE DI GRIGIO - LA SCENA INIZIALE


Cinquanta sfumature di grigio - Scena iniziale by Film e Video Gratuiti




La trilogia di Cinquanta sfumature viene inizialmente sviluppata come una serie di fan fiction di Twilight, intitolata originariamente Master of the Universe, e pubblicata a episodi su siti dedicati, sotto lo pseudonimo di "Snowqueen's Icedragon". Nello scritto compaiono personaggi tratti dai libri di Stephenie Meyer, Edward Cullen e Bella Swan. Dopo commenti e segnalazioni dove veniva sottolineato più volte che la storia violava i regolamenti delle varie piattaforme, è stata rimossa dai siti di fan fiction e pubblicata da E. L. James sul proprio blog, FiftyShades.com. In seguito riscrive Master of the Universe da capo, rinominando i protagonisti Christian Grey e Anastasia Steele e gli altri personaggi secondari, rimuovendolo dal sito prima di spedirlo a case editrici.[5] La versione rielaborata ed espansa di Master of the Universe viene divisa in tre parti. La prima, intitolata Cinquanta sfumature di grigio, viene pubblicata sotto forma di e-book, con la possibilità di riceverne una copia stampata a richiesta, nel maggio 2011 da The Writers' Coffee Shop. Il secondo volume, Cinquanta sfumature di nero, è pubblicato nel settembre 2011, e il terzo, Cinquanta sfumature di rosso, segue nel gennaio dell'anno dopo.

CENTO GIORNI A PALERMO


Cento giorni a Palermo by Film e Video Gratuiti




Il film inizia con la ricostruzione di 4 delitti di Cosa nostra: Boris Giuliano, capo della Squadra Mobile di Palermo, ucciso la mattina del Il film inizia con la ricostruzione di 4 delitti di Cosa nostra: Boris Giuliano, capo della Squadra Mobile di Palermo, ucciso la mattina del 21 luglio 1979 dentro un bar da un killer solitario, ma dopo anni d'indagini si sapra' che era il boss Leoluca Bagarella, Cesare Terranova, giudice istruttore del tribunale di Palermo, ucciso la mattina del 25 settembre 1979, sotto casa sua, insieme al maresciallo di Pubblica Sicurezza Lenin Mancuso. Piersanti Mattarella, presidente della Regione Siciliana il 6 gennaio 1980, sotto casa sua, mentre era in auto con la moglie e i 2 figli. Gaetano Costa, giudice presso il Tribunale di Palermo, il 6 agosto 1980 mentre guardava una bancarella di riviste vicino ad un giornalaio. Dopo l'assassinio di Pio La Torre, segretario regionale del PCI e del suo collaboratore Rosario Di Salvo, mentre si recavano al comitato regionale del suo partito, il 30 aprile 1982, lo Stato manda in Sicilia, come Prefetto di Palermo, il generale dei Carabinieri Carlo Alberto Dalla Chiesa, protagonista della guerra al terrorismo durante gli anni di piombo e già attivo in Sicilia nel dopoguerra, con il compito di combattere la mafia. Il Generale si insedia in Prefettura, ma subito si accorge che la situazione palermitana è più che mai delicata: nessuno, a partire dallo Stato stesso, sembra voglia aiutarlo, il telefono del suo studio non suona mai, i pieni poteri da lui chiesti si rivelano solo una promessa, ed il suo arrivo nel capoluogo siciliano incrementa la lunga scia di delitti della guerra di mafia. Nonostante le continue "trappole" e le minacce di morte, il Generale va avanti, aiutato da pochissimi alleati, tra i quali il Capitano dei carabinieri Fontana, conosciuto dodici anni prima, dai familiari, e dalla giovane moglie Emanuela Setti Carraro, che sposa in seconde nozze il 12 luglio 1982. Privato dei suoi più stretti collaboratori e diventato scomodo per molti, dopo aver rilasciato una celebre e polemica intervista a Giorgio Bocca, il Generale, insieme alla moglie ed all'agente di scorta Domenico Russo, cade in un agguato mafioso a Palermo, in Via Isidoro Carini, la sera del 3 settembre 1982, dove vengono uccisi a colpi di kalashnikov in quella che sarà poi ricordata come la Strage di via Carini. 21 luglio 1979 dentro un bar da un killer solitario, ma dopo anni d'indagini si sapra' che era il boss Leoluca Bagarella, Cesare Terranova, giudice istruttore del tribunale di Palermo, ucciso la mattina del 25 settembre 1979, sotto casa sua, insieme al maresciallo di Pubblica Sicurezza Lenin Mancuso. Piersanti Mattarella, presidente della Regione Siciliana il 6 gennaio 1980, sotto casa sua, mentre era in auto con la moglie e i 2 figli. Gaetano Costa, giudice presso il Tribunale di Palermo, il 6 agosto 1980 mentre guardava una bancarella di riviste vicino ad un giornalaio. Dopo l'assassinio di Pio La Torre, segretario regionale del PCI e del suo collaboratore Rosario Di Salvo, mentre si recavano al comitato regionale del suo partito, il 30 aprile 1982, lo Stato manda in Sicilia, come Prefetto di Palermo, il generale dei Carabinieri Carlo Alberto Dalla Chiesa, protagonista della guerra al terrorismo durante gli anni di piombo e già attivo in Sicilia nel dopoguerra, con il compito di combattere la mafia. Il Generale si insedia in Prefettura, ma subito si accorge che la situazione palermitana è più che mai delicata: nessuno, a partire dallo Stato stesso, sembra voglia aiutarlo, il telefono del suo studio non suona mai, i pieni poteri da lui chiesti si rivelano solo una promessa, ed il suo arrivo nel capoluogo siciliano incrementa la lunga scia di delitti della guerra di mafia. Nonostante le continue "trappole" e le minacce di morte, il Generale va avanti, aiutato da pochissimi alleati, tra i quali il Capitano dei carabinieri Fontana, conosciuto dodici anni prima, dai familiari, e dalla giovane moglie Emanuela Setti Carraro, che sposa in seconde nozze il 12 luglio 1982. Privato dei suoi più stretti collaboratori e diventato scomodo per molti, dopo aver rilasciato una celebre e polemica intervista a Giorgio Bocca, il Generale, insieme alla moglie ed all'agente di scorta Domenico Russo, cade in un agguato mafioso a Palermo, in Via Isidoro Carini, la sera del 3 settembre 1982, dove vengono uccisi a colpi di kalashnikov in quella che sarà poi ricordata come la Strage di via Carini.

Payza: La migliore alternativa a PayPal. Iscriviti Gratis

Payza: La migliore alternativa a PayPal. Iscriviti Gratis
Utilizzato da tutte le PTC: alto livello di sicurezza, facile utilizzo, bassi costi.

I MIGLIORI VIDEO DI DAILYMOTION